La "Pietra Campanedda"

La pietra di costruzione di Salemi, nota sotto il nome di "Campanedda", è una arenaria calcarea a composizione granulare fine e compatta. Il suo colore naturale è caldo e uniforme sfumando dal giallo chiaro al rosato fino ad assumere una pigmentazione più intensa e dorata dopo l'esposizione al sole e alla luce e per effetto  degli agenti esogeni quali vento, pioggie e sbalzi di temperatura. Le sue proprietà chimico-fisiche  assicuravano una buona versatilità nei procedimenti di lavorazione, nonchè un alto grado in resistenza meccanica alle spinte di compressione esercitate dai carichi. Largamente utilizzato per murature portanti oltre che per finiture e decorazione, questo tipo di materiale a consentito l'espansione della città, anche perchè disponibile in grosse quantità. Quest materiale calcareo è un prodotto di deposizione, avvenuta circa 5 milioni di anni fà(nel Pliocene), quando la piattaforma carbonatica, chiamata "Trapanese", emerse, a causa dei movimenti che ancora oggi avvengono, tra la zolla Africana e quella Europea (in particolare la prima si muove verso la seconda).