Dalle Origini al Periodo Romano

Salemi sorge a 442 m. sul livello del mare ed è ubicata esattamente al centro geografico della Provincia di Trapani, peculiarità che le consente, tra l'altro, di essere equidistante dai grandi centri turistico-culturali della Sicilia Occidentale quali Segesta, Selinunte, Cave di Cusa, Mothia, Riserva naturale delle Saline, Erice, ecc. Stando alla testimonianza di Diodoro e di altri storici antichi, il suo attuale sito coincide in pratica con quello in cui sorse l'antica Halicyae, località di influenza elima che, stando allo stesso Cicerone, assieme a Centuripe, Halesa, Segesta e Panormus, fu una delle cinque Città "liberae et immunes" della Sicilia. Durante la dominazione romana fu una città assai prospera se, come riferisce Cicerone nella Verrina 111, un suo cittadino di nome Sòpatro venne accusato calunniosamente da Verre ed ingiustamente espropriato dei suoi ingenti beni. Con il trionfo di Cesare Ottaviano Augusto Halicyae, che fino a pochi anni prima aveva apertamente parteggiato per Pompeo, finì col perdere le prerogative di Città libera ed immune ("libera" di amministrarsi in relativa autonomia ed "immune" dagli onerosi tributi che tutte le altre città dovevano a Roma). Da qui il suo lento declino aggravato, intorno al V-VI sec. d.C., dalle devastanti scorribande dei Vandali che, provenienti dall'Africa andavano spostandosi verso quella regione della Spagna che da loro avrebbe preso il nome di Vandalusìa o Andalusìa.che offrivano condizioni migliori di vita. Dopo il 111 secolo anche Alicia diventò un centro cristiano e molti luoghi di culto pagano si trasformarono in chiese. Forse anche la Madrice prima di essere luogo consacrato fu un antico tempio dove si adorava la dea Venere, sacra ai Romani. Dei secoli successivi non ci sono molte notizie, ma é certo che Alicia decadde dal suo primitivo splendore e visse la desolazione che colpì la Sicilia dopo il crollo della potenza imperiale di Roma. Allora la popolazione precipitò in un più basso declino sociale; ai servi della gleba di un tempo se ne aggiunsero dei nuovi e cominciò il lungo Medioevo.