EX CHIESA MADRE

L'ex Chiesa Madre di Salemi era intitolata a Santa Maria degli Angeli e a partire dal 1341 anche San Nicola di Bari, Patrono e Protettore della città. La Chiesa, a croce latina, era a tre navate con transetto, divise da sei colonne di marmo per lato, poggiati su basi rettangolari. Sull'altare maggiore era collocata la tela della Madonna degli Angeli dello Smiriglio (oggi custodita all'interno del Museo di Arte Sacra). I due altari laterali erano dedicati a San Nicola di Bari e al SS Sacramento. 
Degna di nota è infine la Cappella dedicata all'Immacolata Concezione, dove trovava posto una statua lignea della Vergine donata alla città nel 1740 (oggi custodita all'interno della Chiesa del Collegio). 
La Chiesa è stata chiusa al culto successivamente al terremoto del 1968. 

 

(Progetto alternanza scuola/lavoro 2016/17 Pro Loco - Ist. F. D'Aguirre Salemi)

CHIESA E COLLEGIO DEI GESUITI (CHIESA MADRE)

L'idea di far sorgere un Collegio dei Gesuiti nacque quando vennero a predicare a Salemi due Gesuiti nel 1627.

L'originaria Chiesa venne aperta al pubblico nel 1654 ma nel 1696, per motivi poco chiari, crollò. Un anno dopo, 1697, se ne iniziò la costruzione di una nuova e più ampia Chiesa che venne inaugurata nel 1705.

Il prospetto principale esterno presenta quattro colonne tortili con spirali di vite che incorniciano i lati dell'ingresso cui si accede tramite una gradinata semicircolare.

La chiesa presenta una pianta a croce latina, a tre navate divise da due fili di otto colonne dorico-tuscaniche, e una sola abside centrale.

Nel 2009 è stato inaugurato il nuovo altare realizzato in pietra "campanedda" e argento lavorato a sbalzo.

Sul lato sinistro della navata centrale vi è un prezioso grande Organo, di stile barocco, a tre campate, riccamente scolpite in dorato.Una delle caratteristiche è la presenta della doppia cantoria, unica in Sicilia. Fu inaugurato nel 1711 e restaurato nel settembre del 2002. E' opera dello scultore Antonio Violante.

Adiacente all'organo si può ammirare un Pulpito dello stesso stile.

Sul lato destro della navata centrale, all'interno di due cappelle, vi sono custodite le preziosissime statue lignee del Patrono San Nicola di Bari e della Vergine Immacolata, che si portano in processione rispettivamente il 6 e l'8 dicembre di ogni anno.
Il Collegio ha il suo ingresso principale invia Francesco D'Aguirre, con un solenne portale di pietra sormontato dallo stemma scolpito della Compagnia di Gesù. 

 

(Progetto alternanza scuola/lavoro 2016/17 Pro Loco - Ist. F. D'Aguirre Salemi)

CHIESA DI SAN CLEMENTE (SANT'ANNEDDA)

La Chiesa di San Clemente, comunemente conosciuta come Chiesa di Sant'Annedda, sorge nel cuore del centro storico. 
Intorno al 1655, Filippo Orlando, istituì il Conservatorio di S. Anna occupando i locali della Chiesa dedicata alla Santa. La Congregazione rimase priva di una sede e il Marchese Torralta le donò il suo magazzino, che venne trasformato in Chiesa e aperto al pubblico nel 1692.
Questa Chiesa deve il suo fascino alle pareti abbellite dalle settecentesche tele di Fra Felice da Sambuca, che rappresentano scene di vita di Maria e di Gesù. Sull'imponente altare è posto un Crocifisso ligneo con stucchi in oro del trapanese Milanti. Sotto l'altare sono poste le spoglie mortali di San Clemente Martire. Sul lato sinistro, invece, si apre una piccola cappella dove sono custodite le statue del Cristo Morto e della Vergine Addolorata, che si portano in processione il venerdì Santo. 

 

(Progetto alternanza scuola/lavoro 2016/17 Pro Loco - Ist. F. D'Aguirre Salemi)

CHIESA E CONVENTO DI SANT'AGOSTINO (PANTHEON CITTADINO)

Si pensa che la Chiesa, appartenente inizialmente ad una Confraternita dedicata ai SS Filippo e Giacomo, risalga al XIII sec. 
Nel XV sec. i Confrati fecero dono della Chiesa agli Agostiniani, che ampliarono e risistemarono i locali loro concessi. 
Nel XVIII sec. la Chiesa e il Convento assunsero l'aspetto attuale. 
Negli altari laterali troviamo diverse opere pregiate tra cui: la statua della Madonna del Soccorso (attribuita al Gagini), la statua di Santa Rita e due monumenti funebri marmorei che custodiscono le spoglie degli illustri salemitani Simone Corleo (Rettore della Regia Università di Palermo, Governatore di Salemi e Deputato Nazionale) e Giuseppe Maria Mistretta (generale degli Ordini degli Eremitani).
Molto vasto è l'annesso Convento, il cui ingresso si trova sul lato destro della Chiesa. All'interno vi è un ampio e suggestivo chiostro, dotato di 14 colonne di pietra con al centro un pozzo. Attualmente i locali del Convento sono sede di alcuni uffici comunali.

 

(Progetto alternanza scuola/lavoro 2016/17 Pro Loco - Ist. F. D'Aguirre Salemi)